Non c’é pioggia che tenga

Il sole si sta svegliando, ma Insonniamarina è già arzilla da un bel po’, diciamo che dalle 4 o forse anche prima. A quell’ora la pioggia ticchettava allegramente sul tetto facendo presagire una giornata piuttosto autunnale. Non c’è como l’insonnia per far vacillare anche i più intrepidi esploratori, che poi in questo caso tanto intrepidi non sono. Comunque mentre stavo per soccombere alle lusinghe della pigrizia  ecco che  sono accorse a soccorrermi due voci familiari e lontane: “Fatte animu!” mi esortava la prima in genovese.  “Fatti animo, non arrenderti per così poco. Alzati e vai!” insisteva l’altra. Madre e figlia, ossia nonna e mamma erano riapparse dalle brume del passato per riscuotermi dal torpore e spronarmi all’azione. Ed io figlia e nipote tutto sommato obbediente sono scattata sull’attenti e mi sono messa in moto: caffè, doccia e poi un attimo di esitazione al momento di valutare che libro mettere in borsa. In fine “Si parte” annuncio speranzosa, tanto speranzosa da non portarmi neanche l’ombrello, perché è pensate e ingombra. Nel frattempo ha smesso di piovere ed io sono speranzosa. Mi metto in macchina, le strade sono sgombre, la città è ancora sonnolenta. E’ bello transitare all’alba immaginando le avventure che mi attendono, le incognite di un viaggio lampo, di una breve escursione a Vancouver. Non c’è traffico e si arriva in breve al terminal traghetti. E’ un martedì qualunque, non c’è fila alla biglietteria. Da bordo la vista è splendida. Il sole, timidino, tenta di aprirsi un varco tra le nuvole. Si specchia tra le acque argentate. Laggiù è silenzio, natura incontaminata, solitudine e pace.IMG_20150505_070532 IMG_20150505_070545

C’è un senso di mistero nell’aria. Cammino da prua a poppa per godermi il panorama da entrambi i lati, per vedere tutte le isolette di quest’arcipelago che circonda l’isola di Vancouver. E’ un puzzle di isole e pinete avvolte dal silenzio di una giornata quasi invernale.

IMG_20150505_070550

Il sole inizia a sorgere, ma le nuvole hanno la meglio.IMG_20150505_070938 IMG_20150505_070910 IMG_20150505_070723 IMG_20150505_070710 IMG_20150505_070621 IMG_20150505_070556

Sono appena le sette e gli altri passeggeri se ne stanno al calduccio a sorseggiare il primo caffè della giornata. Io invece non voglio perdermi questo spettacolo fantastico. Opto per un altro giretto dopo aver meditato di tornare dentro. Mi aggiro meditabonda. Come al solito ho freddo. Cerco di scaldarmi le mani e parte uno scatto a sorpresa. Se avessi cercato di raggiungere questo effetto selfie di riflesso non ci sarei certo riuscita. Invece eccomi qui, francamente un po’ infreddolita.IMG_20150505_071111 IMG_20150505_071109 IMG_20150505_071034 IMG_20150505_070938Continuiamo la navigazione, ma la brezza mattutina inizia a farsi sentire. Il freddo mi fa prudere le mani. E’ uno strano effetto collaterale. Sarò diventata allergica alle basse temperature. Con l’età questo ed altro. Ma suvvia non posso mica arrendermi così. Ancora qualche scatto e poi vado dentro. Nel frattempo mi imbatto in una cartina che illustra in modo più razionale del mio sguardo erratico la geografia della zona. Il traghetto fa lo zig zag tra le isole per raggiungere la terra ferma.

 

IMG_20150505_071148

 

 

 

 

 

IMG_20150505_071207

Non riuscirò mai a ricordare i nomi di tutte queste isole e soprattutto a riconoscerle, ma non mi stanco mai di ammirarle.

Mi guardo intorno e mi vengono in mente i versi di Antonio Machado: “Caminante no hay camino, sino estelas en la mar”. Una traccia evanescente segna il cammino percorso. Il cielo lentamente si rischiara. Intravvedo un piccolo faro in miniatura.

IMG_20150505_073732

 

IMG_20150505_073742

Eccolo lì solitario tra gli alberi. Le parole non riescono a captare il mistero di questi orizzonti.IMG_20150505_073818IMG_20150505_080034IMG_20150505_073746

 

Annunci

10 thoughts on “Non c’é pioggia che tenga

  1. Che temeraria! Io sarei rimasta in letto!… A meno che a Vancouver non mi attendesse una seduta di shopping intensivo!!!!!! 🙂

    • Per fare shoping intensivo nel centro di Vancouver ci vuole Paperon de Paperoni. Ho visto un bell’abitino di Valentino, a soli $3850 (più tasse). Mi sono consolata con i cioccolatini. Poi ho scroccato un cappuccino alla boutique della Nespresso.

  2. Alzarsi all’alba ha i suoi vantaggi. Quando ancora andavo in vacanza in una ridente isoletta della laguna veneta mi alzavo sempre prima di tutti gli altri, biciclettavo a lungo per l’isola semi deserta e infine facevo tappa dal fornaio. 🙂

  3. A zonzo per le isole, molto bello ma si vede che è freddo non solo dal tuo involontario selfie ma proprio dai colori dell’acqua e del cielo. Hai cambiato tema al blog? Sai che io non vedo più niente? Ti leggo e commento dal reader, non è il massimo perché vedo le foto piccole ma se apro il blog vedo una pagina bianca! 😦

      • Dev’essere proprio il layout, credo…avevo trovato un altro blog interessante che ha lo stesso layout e lo stesso problema, a quello non sono iscritta e quindi non ho potuto leggerlo…il tuo lo vedo dal reader, è già qualcosa! Baci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...