Giardini incantati

IMG_20140725_105123

Proseguiamo la nostra passeggiata per i Butchart Gardens alla ricerca della bellezza “naturale” che questa ex cava di calcare mostra ai suoi visitatori. Dove eravamo rimasti? Sì, ora ricordo, ammiravamo la flora che cresce rigogliosa nell’ex cratere centrale. Si accede al belvedere, affollato di turisti asiatici ed europei, e si rimane a bocca aperta contemplando quella natura miracolosamente resuscitata dall’intrapprendente Mrs. Butchart oltre cent’anni fa. Da allora generazioni e generazioni di abili giardinieri si sono susseguiti nell’opera di ricoprire di verde e di mille colori ciò che un tempo era stato distrutto. E sullo sfondo le conifere maestuose creano una cornice idillica.

IMG_20140725_104903

Smbra un giardino incantato. Non poteva mancare questa splendida casetta dalla quale osservare il panorama o ricordare i paesaggi incantati delle fiabe.

IMG_20140725_104937

Sotto di noi una serie di fiori incorniciano l’aiuola centrale. E’ un’esplosione di colori che varia con le stagioni.

IMG_20140725_105202

Nelle zone meno esposte al sole incontriamo felci lussureggianti e piante dall’aspetto vagamente preistorico, piante dalle foglie enormi, veramente extralarge, che immaginiamo potessero supplire ampliamente alla mancanza di vesti ai nostri predecessori. In Liguria era difficile immaginare con cosa si fossero coperti Adamo ed Eva, ma qui vedo che ci sarebbe solo l’imbarazzo della scelta, facendo ovviamente attenzione che non ci siano delle spine. Ecco cosa cresce nel sottobosco.

IMG_20140725_111029

Tra le piante si aggirano composizioni floreali che ricreano le sagome degli animali del bosco: ecco dei coniglietti mimetizzarsi tra le foglie.

IMG_20140725_112642

Giungiamo al roseto dove scopro mille varietà provenienti da ogni angolo del pianeta, ma soprattutto dall’Inghilterra, dalla Germania e dagli Stati Uniti.

IMG_20140725_113612

Peccato che i giardinieri dei Butchart non fossero stati a Nervi perché sicuramente anche lì avrebbero trovato delle magnifiche varietà da trapiantare nel roseto. Ho letto con attenzione tutte le targhette sperando di trovare una specie italiana, se non ligure, ma niente da fare.

IMG_20140725_113143

Di italiano troviamo questo pozzo di artigianato fiorentino. E’ il pozzo dei desideri, a mio parere un po’ umile rispetto alle piante che lo circondano.

IMG_20140725_113758

Anche la fontana collocata al centro di una zona ombreggiata è made in Italy.

IMG_20140725_114259

Non mi impressiona più di tanto, forse perché mi vengono in mente le piazza romane con il loro tripudio di marmi e di statue e per non cedere al cinismo o alla nostalgia sposto lo sguardo verso altri orizzonti.

IMG_20140725_110314

Giungo così al laghetto che ha soppiantato la parte più profonda della cava, là dove una serie di getti d’acqua creano forme cangianti dall’aspetto leggermente disneyano o fallico, a seconda del punto di vista.

IMG_20140725_110346

Li fotografo comunque pensando che gli ideatori dei giardini con gli anni si siano spinti un po’ verso il kitch.

IMG_20140725_110431

Ecco i risultati. Ma se nell’epoca barocca era “del poeta il fin la maraviglia”, gli ideatori dei giardini si impegnano a mantenere all’erta il visitatore, sorprendendolo con composizioni floreali di tutti i tipi e con varietà insolite di piante più conosciute, come questi enormi gigli che ammiriamo estasiati.

IMG_20140725_112404

Se i grandi si dilettanto a scrutare le piante e i fiori, i più piccini rimarranno incantati dagli “animaletti” verdi sparsi per i giardini. Ecco qui una famigliola di elefantini che in perfetto stile British è pronta per il tea time!

IMG_20140725_111638

Credo che sia anche una strategia commerciale per ricordare ai turisti che possono fare anche loro una sosta per rifocillarsi in un coffee shop o in un ristorante self-service. Noi cediamo alla tentazione di un cappuccino che aggiunge una nota amara a tanta bellezza. Insomma è una ciofeca, come direbbe Totò, per fortuna che ci distraiamo subito con altre vedute meravigliose.

IMG_20140725_105331

Quando giungiamo al giardino giapponese siamo circondati dai sudditi della Merkel e non possiamo fare a meno di pensare che solo loro possono permettersi di viaggiare tanto mentre il resto dell’Europa è in ginocchio. Il verde non riesce a farmi scordare del tutto i problemi politici ed economici del vecchio mondo.

IMG_20140725_115259

Lo sguardo spazia e finalmente da una siepe emerge l’azzurro del mare. Cosa ci sarà al di là di quel muro vegetale?

IMG_20140725_114730

Lo scopriremo la prossima volta.

Annunci

5 thoughts on “Giardini incantati

  1. Che bei giardini! E, soprattutto, come sono curati! E, no ultimo, il sole! Peccato per la ciofeca di cappuccino, ma tutto non si può avere! Cosa bevono i britishcolumbiani per godersi un intervallo piacevole e rinfrancarsi anima e corpo? Qui si va avanti di caffè ma si rischio di ritrovarsi come il protagonista di Benvenuti al sud: schizzati! Bacioni a tutti voi!

    • Qui rigorosamente the, ma io non mi piego, ne ho provato di tutti i tipi, ma non mi soddisfano, in più mi rodono lo stomaco quindi o mangio qualcosa o il the da solo mi da fastidio, però visto che espresso e cappuccino hanno prezzi da capogiro si finisce per prenderne meno.

  2. Bellissimo, a me piacciono anche il pozzo e la fontana, il laghetto con i getti d’acqua mi lascia invece un po’ perplessa, fiori e piante sono davvero rigogliosi e curatissimi, un piacere per gli occhi!

  3. Voto roseto, pozzo dei desideri e fontana coi pesci! Peccato per il cappuccino, sembra sia più difficile a farsi di quel che si direbbe visto che non è sempre facile trovarne di buoni fuori dall’Italia. Hai fatto delle foto bellissime, chissà dove ci porterai la prossima volta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...