La nuvoletta di Fantozzi a Cowichan Lake

L’ho portata da Genova e negli anni l’ho conservata con cura, o meglio è lei che mi ha seguito instancabile per chilometri e chilometri, peggio del Colombre di Buzzati. Che poi volesse regalarmi un meraviglioso dono finora non ci credo. Forse non abbiamo ancora viaggiato abbastanza per credere nelle virtù terapeutiche della mia nuvoletta, ma so che c’è, che non mi abbandona, che forse è lì per proteggermi dal melanoma, dalle rughe e dalla possibilità che mi dedichi ad una vita spericolata tra spiagge e laghi. Fatto sta che anche durante la settimana più soleggiata e calda dell’estate Victoriana, lei c’era. A volte mi concedeva una piccola tregua, ma non quando abbiamo fatto le valigie per andare a Cowichan Lake con la speranza di fare i bagnanti nelle acque cristalline del lago, eccola lì.

IMG_20140718_170138

Questo lago biforcato, stretto e lungo, circondato da pinete e montagne a strapiombo sull’acqua è meta di numerosi vacanzieri che cercano refrigerio dal caldo relativo di altre zone del Canada in acque più tiempide o meglio meno ghiacciate… Refrigerio per chi soffre il caldo già a venti gradi, intendiamoci!  Avete presente fare il bagno a marzo o aprile in Liguria? Più o meno ci siamo.

IMG_20140718_170147

Ebbene eccoci qui, costume, asciugamano e infradito. Arriviamo alla spiaggetta e inizia un bel venticello che fa venire la pelle d’oca. “Don’t chicken out!” insiste mio figlio che essendo nato e cresciuto in questo continente è più avvezzo al freddo. Gli ho promesso che mi sarei tuffata, costi quel che costi, e adesso devo tener fede all’impegno preso. Mi armo di coraggio e soffoco un grido disperato appena tocco l’acqua. E’ una sensazione veramente strana, sembra che l’acqua bruci sulla pelle, ma dopo un po’, muovendosi, fa quasi piacere, rinvigorisce l’organismo, sento la ciccia che cerca di battersi in ritirata, come un coniglio selvatico per nascondersi sottopelle e allontanarsi dalla fonte del pericolo. Brava cotenna, io che speravo che in caso di bisogno potesse rendersi utile. Niente da fare. Mentre mio figlio se la spassa guardo con speranza il cielo, se peggiora posso uscire dall’acqua a testa alta per causa di forze maggiori.

IMG_20140718_170156

In effettto la nuvoletta mi viene incontro insieme a tante amiche grigie e minacciose. Non resta che riemergere dai flutti e correre subito ai ripari: asciugamano e poi immediatamente a cambiarsi perché il costume olimpionico, adatto sì alla piscina, ha il pregio di intrappolare tonnellate d’acqua. Trovo un capanno per rivestirmi e, magia della termodinamica o della biologia molecolare o forse del caso, scopro che mi sono ristretta di almeno una taglia. Ho le dita rattrapite e l’addome contratto. Mio figlio invece è bello contento e azzarda la possibilità di un ulteriore bagno. Non se ne parla nenache, la mia prova di forza l’ho fatta, il battesimo del lago pure, andale, di corsa al bed and breakfast per una bevanda calda.

Nel frattempo il cielo si è ulteriormente rannuvolato. Nebbia o nuvole? Difficile dinstinguerle, in ogni caso, sole zero, non se ne parla. IMG_20140719_105814

L’indomani mattina piove, risparmiandoci il dubbio amletico se tornare al lago o no. Mi salvo dall’ulteriore bagno, ma non dalla doccia au naturelle. Il passaggio dall’estate all’autunno avviene in modo brusco, non ce ne accorgiamo neanche e già abbiamo indiossato la felpa o il pile. Mi rammarico di non aver portato almeno un paio di pantaloni lunghi perché anche il parmacotto soffre il freddo.

Non ci perdiamo d’animo, facciamo un giro per il porticciolo a caccia di angoli pittoreschi, ma le nuvole la fanno da padrone.

IMG_20140719_105914Si intravvede uno spiraglio, lassù. Che il sole ce la faccia a sconfiggere le nuvole? La speranza dura poco, per oggi niente spiaggia.

IMG_20140719_110253La nuvoletta, una volta attraversato l’oceano, si è adeguata alle dimensioni extralarge del territorio ed eccola che invade il paesaggio con una coltre impenetrabile. Delle montagne resta poco.

IMG_20140719_110953

Abbandoniamo Cowichan Lake in cerca di un cappuccino consolatore. Scrutiamo l’orizzonte in cerca della Coffee House più vicina con la speranza che la Illy o la Lavazza siano arrivate fin quassù!

Annunci

11 thoughts on “La nuvoletta di Fantozzi a Cowichan Lake

  1. Il posto è bellissimo anche con le nuvole ma non ci posso credere che tu ti sia buttata là dentro, una ligure come te in quel lago gelido 🙂 ?! Brrr…mi vien freddo solo a pensarci, all’uso meno male che la nuvoletta ti segue!
    Ho troppo riso a leggerti, scusami amica 🙂

    • Carissima, non sai che miglioramenti ci siano stati negli ultimi anni, ormai batto ogni record di velocità nel piegare gli asciugamani, dai 5 minuti dei tempi di Diano, siamo scesi sotto i 3′! Anche a tavola le mascelle ormai sono da Formula 1 e per quanto riguarda il freddo, non hai idea di che colore ero quando sono uscita, praticamente la Pimpa con chiazze paonazze, ma per i figli questo e altro. E poi sai che io in vacanza sono più unica che rara, ricordi le lettere?

  2. Molto bello il tuo stile di scrivere, una scrittura piena di descrizioni dettagliate, ma allo stesso tempo, scorrevole e vivace.
    Comunque, pare che il clima da voi è simile a quello della pianura padana. Bisogna sfruttare ogni giorno di bel tempo!

  3. Le colline circostanti richiamano un po’ il paesaggio della Scozia, in quanto tale sembrano sfidarti sia a buttarti in quelle acque nordiche che ad abbracciare la tua identita’ come cittadina ligure, cioe’ scozzese italiana. Grazie del bel post!

  4. Non so come tu abbia fatto a buttarti in acqua! Sarà anche bello il paesaggio ma può tranquillamente fare a meno della mia presenza! Io che ho freddo anche a Cogoleto se resto col costume bagnato! Vita dura per i freddolosi! Ma una puntatina più a sud, tipo California, per scaldarvi le ossa?! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...